Seleziona una pagina

KAWASAKI HISTORY


 

La storia di Kawasaki  risale al 1924, a quel tempo coinvolti nell ‘ industria metallurgia e aeronautica. Nel 1949, decisero di entrare nel settore motociclistico producendo motori che avrebbero potuto adattati alle moto. Nella loro linea, si potevano trovare un 60cc a due tempi, così come un 150cc e 250cc motori a quattro tempi sviluppati con tecnologia BMW, società con cui avevano avuto rapporti fin dalle loro origini nel settore aeronautico. Fu così fino al 1954 data in cui  Kawasaki produsse la sua prima moto completa sotto il nome di Meihatsu (una società secondaria di Kawasaki Aircraft Co.). Quasi nello stesso periodo cercarono di introdurre nel mercato  la loro propria linea di scooter , ma presto si resero conto che non potevano competere contro i due giganti del momento del settore scooter  : Il Coniglio Fuji e la Mitsubishi Silver Pigeon .

Non possiamo parlare di Kawasaki senza menzionare un’altra cosa che sicuramente aiuterà Kawasaki a diventare , così come Honda, Suzuki e Yamaha , uno dei grandi protagonisti della scena motociclistica giapponese: Meguro Moto, meglio conosciuto a quel tempo come ” il marchio storico e il re di quattro tempi  “. Meguro entro’  nell’  industria motociclistica nel 1937 .

Avendo un buon rapporto con il governo, la Meguro trae’ vantaggio  dagli ordini dell’esercito. La loro prima moto fu la Z97 una  moto 500cc con valvole a bilanciere influenzata dalla svizzera Motosacoche. Vale la pena ricordare che questo modello fu un successo per lo stabilimento e lo Z97 rimase in produzione fino agli anni Cinquanta. Durante gli anni successivi  Meguro produsse alcune molto belle 250cc e 350cc valvola – bilanciere , modelli monocilindrici, così come le bicilindriche ad alte prestazioni. Tutte avevano una forte influenza britannica. E grazie al successo commerciale che vivevano, lanciarono anche  un 125cc valvola – bilanciere per la loro gamma di fascia bassa e un 650cc bicilindrico ad accompagnare la 500cc già esistente. Ma fu nel 1958, quando Meguro cerco’ di liberarsi

dell’ influenza britannica , che le cose cominciarono ad andare male. Sulla base di un prototipo vincente del monte Asama (una delle più grandi competizioni a quel tempo), Meguro moto produsse tre esemplari belli ed eleganti, con albero a camme-125cc E3, la 250 F e la 350cc YA. Purtroppo, queste moto si rivelarono essere troppo pesanti e non ottennero l ‘ attenzione  dei compratori.

 Meguro tornerà presto ai modelli con valvole bilanciere .

 

Meguro  Moto rimase uno dei primi 10 migliori produttori fino al 1960, ma a causa di alcune decisioni sbagliate, come quelle di cui sopra, la società inizio’ a declinare e fu presto acquistata da Kawasaki.  Nel 1960, Meguro firmo’ inizialmente un accordo con Kawasaki Moto per poi nel 1962 scomparire completamente .  E questo ci riporta alla Kawasaki moto .

 

Nel 1960, l’azienda decide di dare una forte spinta alla divisione moto della Kawasaki Aerei. Fecero uscire dal mercato il marchio Meihatsu, costruendo  il proprio impianto di fascia bassa emacchine poco petenti , e comprarono Meguro. Nel medesimo anno venne  prodotta la prima moto , una 125cc due tempi. Aiutata anche  dalle conoscenze che Kawasaki aveva assorbito  dalla Meguro ( Meguro è stata la piu ‘ antica società di moto in Giappone), l’azienda inizia la  produzione di moto di grossa cilindrata intorno al 1966. Il primo modello è stato chiamato il W1 (650cc). W1 non è stato un grande successo, perché tutte le moto rivali erano ancora più veloci più leggere e meglio fornite di sterzo. Quindi, Kawasaki ha sviluppato due versioni più leggere A1 Samurai (250cc) e la A7 Avenger (350cc). Queste moto hanno avuto un po ‘più di successo. Nel 1969, Kawasaki ha iniziato a sviluppare sempre più il suo  marchio con moto con prestazioni molto elevate, la partenza è stata il modello H1 (500cc), noto anche come il Mach III. L’H1 era eccellente per impennate grazie alla sua disposizione del peso sul dietro . Si beveva  un sacco di carburante e aveva una reputazione da irriducibile . Vennero realizzate anche due versioni più piccole , la S1 (250cc) e la S2 (350cc). Nel 1972, fu prodotta una versione più grande dell’originale denominata H2 o Mach IV (748cc). La produzione si fermò quando le norme sulle emissioni diventavano troppo rigida nella metà degli anni ’70.

Anche se i modelli H non gestiscono bene, Kawasaki ha sviluppato una moto eccellente che nessun altro produttore potrebbe competere con al momento. La Z1 dal 1973 era un motore 903cc ma è stato progettato in primo luogo come un motore di 750cc. Tuttavia, Kawasaki attese e migliorato il motore a causa dell’introduzione Honda CB750 nel 1968. Z1 aveva una grande reputazione ed era molto popolare a causa del rapporto tra prezzo e prestazioni. Il nome di “re” è stato il suo alias. Nel 1976, la Z1 è diventato il Z900 e il motore è stato migliorato. Più tardi, la Z1000 è stato avviato a causa della maggiore potenza del motore. Verso la fine del 1970, Kawasaki ha sviluppato alcuni piccoli bici “zed” come la Z650 che è stato introdotto nel 1977. E un grande “zeta”, Z1300 che è stato anche in parte progettato da fuori eseguire le altre società giapponesi con una più grande, più forte e più pesante bicicletta. Ma il Giappone doveva ancora imparare che più grande non è sempre meglio e la Z1300 non è stato un grande successo per l’azienda. Kawasaki ha costruito una moto ben carena completa con un motore potente e una performance scandaloso chiamato GPZ900R (908cc). Era molto popolare sia in pista che su strada. Ed è stato un conforto per guidare. All’inizio del 1990, tutti i produttori giapponesi erano in competizione molto dura nei modelli Super Bike e ogni vantaggio sopra l’altro avrebbe portato di credito e di successo. Kawasaki passo a destra e prese che il credito con lo sviluppo della ZZR-1100 (1052cc) che è stato lanciato nel 1990 ed è diventato il più veloce moto di serie per 5 anni. L’ZZR-1100 era popolare non solo per la sua velocità e potenza, ma anche la robusto telaio e buone sospensioni ha reso un buon tour motociclistico. Inoltre, è stato molto veloce. Nel 2002, Kawasaki ha sostituito con la ZZR-1200, che è stato progettato per avere più potenza medio fine e una migliore maneggevolezza. E una ZZR piccola 600 ha anche aderito la scaletta di ZZR di precedenza nella produzione. Nel 2000, Kawasaki aveva già lanciato un super-moto ultra chiamato ZX-12R (1199cc). Il suo peso puro, cornice unica e 176 CV è stato sufficiente per far saltare la maggior parte delle moto di distanza. Kawasaki aveva perso un po ‘della fama per le prestazioni entro il 2000, ma Kawasaki presidente Shinichi Morita aveva promesso che sarebbe tornato Kawasaki e anzi, con l’arrivo della ZX- 12R e ZX-6R, Kawasaki ha fatto fare una bella rimonta. La ZX-6R è stata già lanciata nel 1995, ma il 2003 una nuova ZX-6R (636cc) è stato veramente ridisegnato e progettato in una nuova macchina da corsa veloce aggressivo. Kawasaki ha preso molti aspetti dalla tecnologia di corsa e integrati in questa nuova moto. Nel 2003, Kawasaki ha anche lanciato un modello di moto da strada chiamato Z1000 con uno stile funky e un motore flessibile potente. Kawasaki era ed è vincente suo nome di alimentazione. Oggi, dalla classe dirigente Ninja moto sportive e tuonando incrociatori Vulcan ai robusti ATV Brute Force Mule veicoli di utilità e JET SKI moto d’acqua, prodotti Kawasaki conducono l’industria powersports in tutto il mondo. Il segreto del successo di Kawasaki è in progettazione e produzione di prodotti che offrono prestazioni bilanciate, di alta qualità, affidabilità e ottima vestibilità e finiture. Quindi, dare un’occhiata a ciò che Kawasaki ha da offrire in termini di prodotti Leading Edge!