SUKUZI HISTORY

Suzuki Motor Co. Ltd., oggi uno dei quattro grandi, iniziato più di 60 anni fa in Giappone facendo spinning telai. Si dirama nel mercato motociclistico, hanno di nuovo ramificata in auto, furgoni, camion, motori fuoribordo e molti altri tipi di produzione.

Ma è moto che Suzuki è meglio conosciuto per, e il loro arrivo sul mercato motociclistico iniziato nel giugno 1952 con una piccola macchina, chiamata “Power Free”, un monocilindrico a due tempi 36cc. Aveva una caratteristica senza precedenti che è stato il sistema di ingranaggi a doppio pignone, che ha permesso al pilota di pedalare con il motore di assistere, pedalare senza motore assistere, o staccare i pedali e correre con la potenza del motore solo. Il sistema era così ingegnoso, l’Ufficio Brevetti ha concesso Suzuki un sussidio finanziario per continuare la ricerca in ingegneria moto.

Nove mesi più tardi, il “Power Free” ha una trasmissione a due velocità, ed è stato raggiunto da una versione più potente 60cc chiamato il “Diamond libero.” Era semplice e di facile manutenzione, con il motore montato sulla ruota anteriore di una bicicletta. Dipendenti Suzuki, che erano stati facendo telai, sono state ora facendo le parti del motociclo.

Nel 1954, Suzuki aveva fatto la loro prima moto “vera”, il “COLLEDA CO”. Stavano producendo 6.000 moto al mese; Suzuki stava muovendo a grandi, più potenti motociclette. Il COLLEDA CO era un monocilindrico a quattro tempi 90cc leggero. Vincere una gara nazionale giapponese nel suo primo anno di produzione assicurato il suo futuro e ne ha fatto un successo immediato.

Nel giugno 1954, la società ha cambiato il suo nome da Suzuki Jidosha Kogyo (cioè Suzuki Industrie Automobilistiche), per Suzuki Motor Co. Ltd.

Marzo 1955 ha visto l’introduzione della più grande macchina di Suzuki, il COLLEDA COX, un monocilindrico a quattro tempi 125cc con uno stile più moderno. Inoltre è stato introdotto una versione ridisegnata del popolare due tempi COLLEDA, chiamato COLLEDA ST. È arrivato con più sofisticate sospensioni e l’illuminazione. Per soddisfare le esigenze del mercato, si è annoiato da 90 a 125 e moltissimi sono stati venduti. La previdenza degli ingegneri Suzuki è stato mostrato quando gli ultimi modelli della COLLEDA, realizzati maggio 1959, sono stati dotati di avviamento elettrico, stupefacente loro concorrenti europei.

Nel 1956, i tecnici Suzuki sviluppavano una macchina completamente nuova concorrenza, noto come il TT. Sulla base del successo COLLEDA, è stato il precursore delle macchine Grand Prix. Era una macchina ad alte prestazioni della sua giornata, essendo in grado di fare più di 80 mph e capace di macchine-out di eseguire con molta più potenti motori, pur facendo solo 18bhp dal suo bicilindrico a motore a due tempi 250cc. Con i suoi indicatori, e built-in, cambio a quattro marce è stato considerato molto avanzato.

Nel 1958 laminati in, Suzuki Motor Co. Ltd. ha il 50, 125 e 250 macchine nel suo arsenale. Nel maggio dello stesso anno ha introdotto il “Suzumoped SM”, tramite il mini centrale elettrica gratuita successo montato in un telaio spina tipo.

Nel mese di ottobre dello stesso anno, Suzuki ha introdotto il loro logo aziendale “S”, che è stato utilizzato su tutte le moto e viene tuttora utilizzato dalla divisione moto.

Giugno 1960 Suzuki prende loro piloti 125cc COLLEDA fabbrica preparata all’Isola di Man per competere nel TT leggero. Anche se non ha vinto al primo tentativo, sono riusciti quindicesimo rispettabile, luoghi sedicesimo diciottesimo e. Suzuki era ansioso di mostrare al pubblico di acquisto loro macchine erano veloce e affidabile.

Il ciclomotore ‘Selped’ stato uno dei più grandi venditori della società, era in seguito potenziato a 80cc, e doveva diventare uno dei best sellers di Suzuki, la A100.

Entro la fine del 1962, Suzuki aveva vinto la prima corsa su strada Campionato del Mondo nella classe 500cc, e in America, Suzuki è stata la creazione di nuova sede sotto la bandiera “degli Stati Uniti Suzuki Motor Corporation”. L’azienda ha deciso che aveva bisogno di testare le proprie macchine prototipo su una pista appositamente costruita, la costruzione è stata avviata nel 1962 sulla sua 5 miglia Ryuyo prova in pista vicino alla fabbrica e fu completata nel 1963.

Suzuki ha fatto progressi costanti nelle corse su strada e nel 1964 hanno sorpreso i fan road-race per entrare nel mondo del motocross Grand Prix. Entrando nel campione di motocross giapponese, Kazuo Kubo, nella 250cc svedese Grand Prix, ma senza lo stesso successo che avevano ottenuto in precedenza nelle corse su strada. Anche se le loro macchine erano veloci, non hanno gestire bene. Gli ingegneri di Suzuki è tornato al tavolo da disegno e restituiti in Europa nel 1966, con le macchine completamente ridisegnate, che ha visto un moderato successo. Nel 1967 Suzuki ha firmato il loro primo pilota di motocross non giapponese, lo svedese, Olle Peterson.

E ‘stato europeo, Joel Robert, che nel 1972 ha vinto il Campionato del Mondo, Suzuki di prima. Suzuki ha vinto diverse volte, e ha vinto la classe 125cc ogni anno dal 1975. Ottobre 1967 ha visto l’introduzione della bici da strada 500cc Titan. Questo è stato conosciuto attraverso la sua produzione di 11 anni, come il Cobra, Titan e il caricatore, terminando la produzione come la GT500. E ‘stato un bicilindrico a due tempi 500cc, che ha gestito abbastanza bene ed è diventato molto popolare.

La moto trail, con i suoi su e capacità off-road, è stato il grande successo per tutti i costruttori giapponesi e marzo 1969 Suzuki ha lanciato la propria gamma TS, con la conoscenza acquisita con i Campionati del Mondo di motocross.

Ma è con le macchine a due tempi che Suzuki hanno raggiunto i loro più grandi successi, sia dentro che fuori la pista. In ottobre 1969 hanno aperto un altro stabilimento a Toyama per la produzione di piccola capacità a due tempi.

Una macchina, che ha preso il mondo motociclistico di sorpresa, è stato il sorprendentemente rapido GT750 Two-Stroke cilindri triplo capace di oltre 110 mph, con accelerazione da abbinare. A £ 540, non era un peso leggero, ma con 67bhp facilitare spingersi da 0 a 60mph in soli cinque secondi.

Con la fiducia acquisita con la produzione del grande GT750 capacità Two-Stroke triple, Suzuki ha annunciato al mondo che avrebbero introdurre una totalmente nuova 500cc a quattro cilindri, due tempi corridore chiamato RG500. Come mater di fatto, la RG500 doveva diventare la macchina da corsa singolo di maggior successo dei tempi moderni, e dal momento in cui aveva completato tre stagioni di corsa che aveva vinto due campionati del mondo con la Gran Bretagna Barry Sheene a bordo.

Un modello degno di menzione è il RE5. Questo è stato il tentativo di Suzuki a produrre una macchina rotativa motore. Sulla base del disegno Wankel dalla Germania, si è rivelata un fallimento costoso e costoso.

Nel 1976 Suzuki ha preso una decisione coraggiosa di introdurre una gamma di macchine a quattro tempi. Le prime macchine erano la GS400, un twin 400cc, e il potente quattro cilindri 750cc GS750, con doppio albero a camme in testa-.

Nel 1977 Suzuki abbandonato la sua linea di grande strada andando triple a due tempi. Questo è stato un anno triste per la Two-Stroke.

In ottobre 1978 Suzuki ha presentato il potente GS850G albero. Essi hanno inoltre introdotto un look completamente nuovo e lo stile di una nuova e rivoluzionaria gamma di Superbike. Chiamato “Katana”, ha promesso una performance e maneggevolezza mai visto prima su una moto da strada. Dotato di Twin-Swirl camere di combustione e molte altre caratteristiche tecniche molto avanzate, la prima Katana era il GS1000S.

Marzo 1982, ha visto l’introduzione del XN85 turbo superbike 650cc. Entro la fine della stagione delle gare su strada 1982, Suzuki aveva vinto la 500cc road-racing Campionato del Mondo per l’ottava volta consecutiva, il Campionato del Mondo 125cc motocross, e la loro sesta 500cc Motocross World Championship.